post-title Cosa sono e come funzionano le tecniche quantistiche?

Cosa sono e come funzionano le tecniche quantistiche?

Cosa sono e come funzionano le tecniche quantistiche?

Cosa sono e come funzionano le tecniche quantistiche?

Intervista a Veronica Celli

A cura della Redazione

«Cosa sono e come funzionano le tecniche quantistiche? Qual è il potenziale dell’essere umano?

So solo che la somma degli intenti, dei cuori e delle energie delle persone fa accadere fatti, offre momenti e regala alchimie ed esperienze».

Ci risponde così, Veronica Celli, mente e fondatrice, insieme a Gherard Galli, del Club del Gatto, associazione di promozione sociale di Rimini. Perché abbiamo fatto proprio a lei questa domanda? Perché, senza ombra di dubbio, il cavallo di battaglia del Club sono le conferenze sulla fisica quantistica e la spiritualità, condotte dall’amico e socio Ing. Giovanni Vota.

La grande verità della fisica quantistica

La fisica quantistica può aiutarci a comprendere una grande verità: il mondo è il risultato di ciò che siamo. Significa che il nostro mondo interiore si proietta sul mondo esterno e ci permette di creare la nostra realtà. Noi non siamo creati, siamo i creatori.

La dimostrazione nella realtà

Dimostrare un concetto come questo non è semplice. Abbiamo chiesto a Veronica un esempio per farci comprendere il potenziale che si nasconde in oguno di noi. «Questa è la testimonianza che ricordo più forte. Una ragazza, facendo un trattamento di coaching, ha ottenuto quello che la medicina occidentale definisce un vero e proprio “cambiamento impossibile”. La notte seguente un lavoro energetico sulla sfera del Femminile, ha sentito che “le si girava l’utero”. Incredula di ciò che le stava accadendo e in dormiveglia ha continuato a lasciare fluire il movimento che sentiva nell’addome. L’indomani mattina ha voluto chiamare la ginecologa che la segue da anni per un’ecografia. Quando andò in studio si verificò nella realtà, con uno stupore indescrivibile della dottoressa, che l’utero della ragazza si era veramente posizionato normoverso. La ragazza si stupì e rimase molto felice dell’accaduto, ma senza rimanerne sconvolta poiché da anni si era interessata alla Fisica Quantistica, allo spazio delle varianti e al lavoro su di sé in diverse forme e sperimentazioni. Per sicurezza chiese una seconda ecografia da un altro ginecologo amico di famiglia, raccontando l’accaduto e portando a testimonianza i referti ecografici che erano antecedenti alla notte nella quale avvenne la normoversione. Il cambiamento impossibile era accaduto».

La bacchetta magica, che esista oppure no, risiede dentro di noi.

Dettagli La Redazione

La redazione di Vivi Consapevole in Romagna.

Ti è piaciuto questo articolo?

Scopri e leggi altri articoli sulla Rivista Vivi Consapevole in Romagna!
Vai alla Rivista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *