post-title Il luogo dove nasce 
e si forma il biologico

Il luogo dove nasce 
e si forma il biologico

Il luogo dove nasce 
e si forma il biologico

Il luogo dove nasce 
e si forma il biologico

L’accademia del biologico in Emilia-Romagna aperta a tutti

Intervista a Francisco Martinez – a cura della redazione

In questo numero dedicato al biologico, non poteva mancare il riferimento a una delle organizzazioni che si occupano attivamente di promuoverlo. In che modo? Partendo dalle fondamenta. Accademia Bio organizza corsi gratuiti  per aziende e privati che desiderano imparare l’arte della coltivazione biologica, mettendo a disposizione tutta la sua esperienza per coloro che credono in un’alimentazione sana e vogliono imparare le tecniche giuste.

È Francisco Martinez che ci racconta come è nato questo progetto che promuove corsi in tutta Italia e in Romagna, quali sono gli obiettivi e le finalità che si pone. La sua forza è data dal ritorno alla terra, alla produzione di un cibo sano e alla grande soddisfazione che si prova nel raccogliere i frutti, curati dalle proprie mani.

Cos’è Accademia Bio?

Accademia Bio è un’idea di FederBio. Raccoglie docenti e tecnici del biologico di referenza nazionale e internazionale e progetta i corsi in modo da proporre la migliore offerta formativa per il mondo dell’Agricoltura biologica.

FederBio è una Federazione di organizzazioni operanti in tutta la filiera dell’agricoltura biologica e biodinamica di rilevanza nazionale, nata per rappresentare e tutelare il biologico italiano, favorendone lo sviluppo e promuovendone la conoscenza e la più ampia diffusione.

La Federazione è composta da soci e professionisti di diversi settori: produttori, organismi di controllo e certificazione, trasformatori e distributori, operatori dei servizi e dei mezzi tecnici, ricercatori, associazioni culturali e ambientaliste e associazioni dei consumatori.

È dunque un’entità multiprofessionale, tesa a migliorare e a estendere la qualità e la quantità del prodotto alimentare ottenuto con tecniche di agricoltura biologica e biodinamica, attraverso regole deontologiche e professionali, in linea con le norme cogenti e con le direttive IFOAM. (www.feder.bio)

Accademia Bio raccoglie docenti
 e tecnici del biologico di referenza nazionale e internazionale e progetta i corsi in modo da proporre la migliore offerta formativa per il mondo dell’Agricoltura Biologica.

Da dove nasce l’idea?

In questo momento ci sono molte aziende che si vogliono avvicinare al biologico, ma non ci sono un sistema o una rete che danno supporto all’agricoltore, sia all’inizio che durante il processo, per la certificazione biologica. Accademia Bio è organizzata su base regionale, ma non è un vero e proprio ente di formazione: è un’accademia che coordina azioni di formazione, in modo da garantire la validità della qualità dell’offerta formativa. Gli esperti tecnici vagliano i contenuti che vengono erogati attraverso gli enti di formazione in tutta Italia, regione per regione. È un progetto nuovo, iniziato in Emilia-Romagna nei primi mesi del 2017 e che intende coprire tutta la filiera fino all’utenza.

Quali sono gli obiettivi dell’Accademia?

Il progetto nasce dalla volontà di creare uno strumento adatto alla diffusione della cultura del biologico e del biodinamico, con lo scopo di contribuire ad aumentare la conoscenza e la consapevolezza del sistema BIO tra le imprese che ne applicano il metodo, i soggetti incaricati all’attività di controllo e di sorveglianza e dei consumatori.

Pensiamo che l’agricoltura biologica possa diventare un’opportunità per lo sviluppo sostenibile della Romagna.

Accademia Bio deve rispondere principalmente all’esigenza di formazione e di assistenza tecnica del mondo agricolo che si sta avvicinando all’agricoltura biologica e biodinamica. Non esiste attualmente una rete di assistenza tecnica biologica e biodinamica, coordinata a livello nazionale; Accademia Bio si candida come soggetto coordinatore di questa rete. L’esponenziale crescita della domanda di prodotti biologici sta creando un’esponenziale conversione di aziende agricole, condotte con tecnica convenzionale verso il metodo biologico, che naturalmente necessitano di una corretta formazione e assistenza tecnica.

Accademia Bio diventa, oltre a un elemento di promozione dell’agricoltura biologica e biodinamica, una possibilità per diffondere una corretta visione e attuazione della certificazione biologica. Le aziende agricole che partecipano ai percorsi formativi diventano consapevoli di cosa significa produrre con l’agricoltura biologica e biodinamica. Il metodo biologico non è un semplice “cambio di prodotti fitosanitari”: il biologico è una modalità di gestione aziendale e di visione, che deve portare l’agricoltore ad apprendere un metodo di produzione di qualità sostenibile nel tempo, nel pieno rispetto dell’ambiente.

L’obiettivo è creare una rete nazionale di quelle realtà che, operando nel settore della formazione, dimostrano interesse a contribuire, con la loro esperienza e risorse, alla crescita della cultura del biologico e del biodinamico. Il progetto inclusivo vuole qualificare, sostenere e diffondere un’offerta di formazione, divulgazione e supporto tecnico, mettendo a sistema le iniziative delle organizzazioni aderenti.

Riteniamo che questa formula possa aiutare gli agricoltori, che così possono trovare a livello provinciale un referente in grado di seguirli per qualsiasi problema.

Su quali tematiche si sviluppano i corsi?

Abbiamo un pacchetto di corsi che si chiama start- up. È composto da un corso di 16 ore che dà le prime nozioni biologiche, in cui vengono spiegate le iniziali difficoltà e aiuta a capire se la propria azienda è predisposta. Successivamente si passa alla scelta del tipo di coltura. Quindi sono previsti corsi specializzati per accompagnare l’agricoltore, integrati con il coaching, dove il docente va direttamente in azienda per far mettere in pratica quello che si è imparato. Infine organizziamo anche viaggi didattici.

Da ottobre 2017 cominceranno i nuovi corsi Accademia Bio: corsi di Orticoltura, Frutticoltura, Cerealicoltura, Zootecnia, Agricoltura Biodinamica, Erbe Officinali e altri ancora.

Quali sono i motivi che spingono a scegliere i corsi di Accademia Bio?

L’agricoltura biologica è molto complessa. Riteniamo che questa formula possa aiutare gli agricoltori, che così possono trovare a livello provinciale un referente in grado di seguirli per qualsiasi problema.
Secondo noi, oltre al momento di formazione, è importante creare una rete capillare, dove un agronomo o un tecnico rimangono a disposizione per accompagnare costantemente l’agricoltore.

L’agricoltura biologica in questo momento è in forte espansione, caratterizzata da una domanda e un livello di consumo in costante e significativa crescita.

I volumi di richiesta sono sempre maggiori, quindi bisogna dare le linee guida sia a livello di certificazione che di tecniche agricole, nel rispetto dei regolamenti, spiegando le nuove tecniche di coltivazione. I nostri corsi vogliono essere un luogo di progettazione partecipata, un luogo dove far nascere progetti per lo sviluppo sostenibile del biologico.

Perché? Perché per noi di FederBio, un corso significa soprattutto poter supportare le aziende agricole a livello commerciale, per la certificazione, per la crescita dell’azienda, per i nuovi progetti e per molto altro che fa parte del mondo Federbio. I docenti sono i migliori esperti del settore, grazie alla lunga esperienza e ai risultati ottenuti mediante i corsi, che si adattano in toto alle esigenze dell’azienda agricola.

A chi sono rivolti i corsi e come sono strutturati?

Il nostro bacino di utenza va dai giovani studenti della scuola agraria, per formarli sulle caratteristiche e la costruzione di un’azienda agricola biologica (anche con i fondi europei), al disoccupato che vuole fare ritorno alla terra e al lavoro agricolo, fino ad arrivare alla formazione per le aziende agricole, già attive, che vogliono avvicinarsi al biologico. Accademia Bio si rivolge all’intera filiera formativa e di assistenza tecnica:

  • Scuole e Università: attraverso la promozione di corsi specialistici, aggiornamento curriculum scolastici e promozione di master universitari.
  • Aziende agricole: attraverso corsi e assistenza tecnica a 360 gradi dedicati a supportare l’azione delle aziende agricole, dalla start up biologica alla consolidazione produttiva e commerciale.
  • Focus sui giovani: attraverso un’offerta dedicata a loro, dall’uscita della scuola alla creazione della start up bio. L’obiettivo è dare risposta al fenomeno di ritorno alla terra che considera il biologico come elemento fondamentale.
  • Tecnici: formazione dedicata alla creazione di tecnici per ogni settore del biologico, dalla certificazione per gli OdC, al supporto ai tecnici agronomici convenzionali che vogliono passare al biologico.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito www.accademiabio.it


Francisco Martinez

Collabora con Accademia Bio e gestisce i corsi formativi di agricoltura biologica organizzati in Romagna.

Dettagli La Redazione

La redazione di Vivi Consapevole in Romagna.

Rivista 1Ti è piaciuto questo articolo?

Scopri e leggi altri articoli sulla Rivista Vivi Consapevole in Romagna!

Vai alla Rivista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *