post-title Perché quello integrale è il miglior pane da trovare a tavola?

Perché quello integrale è il miglior pane da trovare a tavola?

Perché quello integrale è il miglior pane da trovare a tavola?

Perché quello integrale è il miglior pane da trovare a tavola?

Tutti i benefici del pane integrale

A cura della Redazione

Il miglior pane da trovare a tavola?

È il pane 100% integrale, lievitato con pasta madre e prodotto con farine a km 0.

Perché sia ancora migliore, deve:

  • essere fatto a mano, con passione e pazienza
  • rispettare i tempi della lievitazione naturale
  • dimostrare la sua artigianalità (basta notare che ogni pagnotta è diversa dall’altra)
  • essere preparato con farina di grani antichi: i grani antichi non sono stati modificati e conservano ancora le loro caratteristiche originali, quelle che Madre Natura gli ha dato per nutrirci. Il glutine, a sua volta non modificato, risulta più facilmente tollerabile e digeribile dal nostro organismo. In più si devono evitare le lavorazioni di raffinatura, perché solo così il grano mantiene le sue parti più nutrienti.

Il pane 100% integrale è meno calorico ed è perfetto per le diete, vista la sua capacità di ridurre il senso di fame. In più, la maggior fibra alimentare che contiene lo rende molto più facile da digerire.

Dove puoi trovare un pane così? Al forno biologico Bongiovanni & Cappelletti di Dovadola.

Il forno che vive sostenibile

Abbiamo già parlato di questo forno biologico in altri articoli: si trova a Dovadola ed è gestito da Fabio, classe 1982, che ha deciso di seguire il percorso che i suoi genitori hanno iniziato ormai cinquant’anni fa.

Fabio è un ragazzo che da sempre crede nel cambiamento, nel risveglio delle coscienze ed è convinto che le nuove generazioni aumenteranno sempre di più la loro consapevolezza nei confronti del mondo, sinonimo di una maggiore attenzione e rispetto verso gli altri, pianeta compreso.

Pane & Cultura

Nel forno Cappelletti & Bongiovanni c’è qualcosa di speciale e unico che va oltre agli aspetti di un classico forno/pasticceria. La sua attività non si limita a offrire un prodotto sano, genuino e biologico, ma anche fatto a mano con tanto amore e passione, che rispetta l’ambiente e fa bene alla salute.

C’è di più. Un ingrediente “segreto” direi… Un’aggiunta che non cambia il sapore, ma il valore dei prodotti: la cultura!

«Vuoi sapere perché utilizziamo certe materie prime rispetto ad altre? O perché il nostro organismo tollera meglio questo o quel prodotto? Che differenza c’è tra un cereale antico e uno moderno? Rispondiamo a queste e a tante altre domande» sottolinea Fabio e continua «il forno è fonte di informazione per tutti coloro che sono interessati al mondo del cibo sano e buono. Sapere perché è meglio consumare prodotti fatti con farine integrali, cos’è una farina “0” o “00” e perché è stata creata e come viene prodotta, perché è meglio la pasta madre rispetto al lievito di birra, perché lo zucchero bianco andrebbe inserito tra le sostanze categorizzate come “droghe” e quali dolcificanti utilizzare al suo posto, può aiutare davvero a farci stare meglio».

Dettagli La Redazione

La redazione di Vivi Consapevole in Romagna.

Ti è piaciuto questo articolo?

Scopri e leggi altri articoli sulla Rivista Vivi Consapevole in Romagna!
Vai alla Rivista

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *