post-title RI-porta il benessere in casa tua con il Feng Shui

RI-porta il benessere in casa tua con il Feng Shui

RI-porta il benessere in casa tua con il Feng Shui

RI-porta il benessere in casa tua con il Feng Shui

La cura dello spazio come cura di se stessi

Intervista a Elisa Santi e Silvia Ruffilli, a cura della Redazione

Il Feng Shui è una disciplina antica che risale a più di cinquemila anni fa, una tradizione che ricerca l’armonia tra l’uomo, il luogo in cui vive, con lo scopo di creare le migliori condizioni ambientali per permettere lo sviluppo positivo della vita. È proprio questa arte a far incontrare Elisa, architetto, e Silvia, Operatrice Olistica Professional e Professional Organizer, nel 2011, al secondo anno della scuola di Feng Shui. Si conoscono e da lì mantengono i contatti, rendendosi conto di avere lo stesso obiettivo: progettare spazi abitativi e lavorativi che siano in grado di supportare e sostenere a livello profondo il benessere della persona, con la consapevolezza che l’ambiente in cui viviamo stimola in noi delle risposte corporee emotive. Questo dà vita ad ArchiBenessere, lo studio di Forlì che ha messo al centro del suo lavoro il benessere dell’uomo nello spazio in cui si muove.

Ciao Silvia, ciao Elisa, entriamo subito nel vivo del discorso: in cosa consiste il Feng Shui e come può aiutarci a restituire alla nostra casa le giuste energie?

«C’è uno stretto e profondo legame tra spazio abitativo e qualità del benessere – ci racconta Silvia. Il Feng Shui e l’Architettura del Benessere intervengono sullo spazio di casa (e di lavoro) da un punto di vista molto concreto, verificando in che modo l’ambiente, esterno e interno, influenza la percezione psico – emozionale dell’uomo attraverso la reazione che il corpo invia in risposta a determinati elementi presenti nello spazio in cui si muove. La sensazione “a pelle” così ricevuta parla direttamente alla tua parte più intuitiva e percettiva, prima ancora che la mente pensante possa aver fatto un ragionamento a riguardo! Se la sensazione è positiva, il tuo corpo si rilassa, se la sensazione è negativa il tuo corpo si contrae e inconsapevolmente si pone in una posizione di difesa o di fuga per consentirti di metterti al sicuro e protetto». «Dove c’è uno spazio – continua Elisa, c’è una persona che in esso si riflette e come tale va curato e progettato affinché la persona riceva degli stimoli che facciano sentire il corpo in una posizione di sicurezza, protezione e fiducia.

Per il Feng Shui lo spazio di casa ha delle aree che corrispondono e riflettono gli archetipi della vita (salute, creatività, progettualità, ricchezza), lo stato psico-fisico dei membri della famiglia e lo stato fisico di determinate parti del corpo

Dobbiamo fare in modo che ci supporti a livello profondo nei nostri cambiamenti perché prendersi cura dell’ambiente in cui viviamo significa prendersi cura di noi stessi!».

Una curiosità: spesso capita che in una casa ci siano stanze molto ordinate e altre invece trascurate, con una gran confusione, come lasciate nel “dimenticatoio”. C’è un significato particolare dietro a questa scelta oppure è solo casuale?

«Se una casa presenta alcune stanze trascurate rispetto ad altre – risponde Silvia – significa che ci sono aspetti della vita di chi abita quella casa altrettanto trascurati. Con il Feng Shui si può comprendere qual è l’aspetto in causa, se è legato al passato, al presente, al futuro, se riguarda la parte maschile o femminile e molto altro! E soprattutto, è sempre il Feng Shui che ci indica quali interventi tecnici e stilistici porre in essere per risolvere disarmonie e creare equilibrio e stabilità. La disposizione delle stanze, i percorsi che si creano in casa per fruire i vari ambienti, la corretta posizione degli arredi fissi (letto, divano, scrivanie, fuochi e lavelli), le aperture di porte e finestre, la forma delle stanze, dei muri sono solo alcuni degli elementi che vanno attentamente valutati in un progetto tecnico e distributivo». «È grazie al Feng Shui – sottolinea Elisa – che si riesce a creare ambienti in cui tutti i fattori fondamentali siano legati tra loro in armonia ed equilibrio. I colori, le luci, le superfici, i motivi, le tipologie dei tessuti, l’ordine, le immagini e i decori sono altrettanti elementi stilistici importantissimi da inserire in casa. Non bisogna lasciare al caso, alla moda o alle tendenze scelte come queste. Ecco perché usiamo il test kinesiologico quando in ballo c’è la scelta di un colore in casa. Solo in questo modo si aggira la mente pensante di chi sta scegliendo e si va dritto alla mente analogica, che parla con il corpo, senza sbagliare. Tenuti in considerazione sono anche il simbolismo e il metodo di Aurasoma che, tra l’altro, lega i chakra ai cinque elementi della Medicina Tradizionale Cinese».

Cura la tua casa e curerai te stesso

Il consiglio di Elisa

Prima di arredare le stanze della nostra casa, dobbiamo avere ben chiaro quale funzione si desidera svolgere all’interno di ogni ambiente. La domanda giusta è: cosa cerco da questo spazio e quale atmosfera desidero percepire al suo interno? Una volta capito di cosa abbiamo bisogno si passa a distribuire le funzioni, calibrare i pieni e vuoti, gestire i percorsi e infine ci si divertirà a personalizzare stilisticamente gli ambienti! Per ottenere un buon risultato si deve procedere un passo alla volta senza fretta, definendo da subito gli obiettivi che si vogliono raggiungere!

Il consiglio di Silvia

Un’altra regola ferrea è mantenere ambienti organizzati evitando gli accumuli e riducendo gli oggetti, che non significa avere stanze vuote, ma semplicemente ambienti che sono al tuo servizio e non il contrario in grado di trasmettere leggerezza, ariosità ed energia oltre che in casa, anche nella vita. Dalla nostra esperienza siamo sempre più certe che un ambiente curato e attento a particolari aspetti stimoli dinamiche interiori ed emotive importanti, che possono porre le basi per sentirsi più sicuri, protetti e sostenuti, tanto da volgere verso un cambiamento positivo e concreto.


Elisa Santi e  Silvia Ruffilli

Elisa Santi, architetto e Silvia Ruffilli, Operatrice Olistica Professional iscritta SIAF e Professional Organizer iscritta APOI, hanno fondato lo studio ArchiBenessere Forlì che unisce l’essenza dell’architettura a quella del benessere e trasforma la casa in un nido di emozioni e di energia a misura d’uomo. Per contattarle: info@archibenessere.itwww.archibenessere.it

Dettagli La Redazione

La redazione di Vivi Consapevole in Romagna.

Ti è piaciuto questo articolo?

Scopri e leggi altri articoli sulla Rivista Vivi Consapevole in Romagna!
Vai alla Rivista

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *