Abitare ECO

Abitare ECO

Scegliere il legno per la propria casa è una scelta ecologica, sicura e ti fa risparmiare sulle bollette energetiche

Intervista a Luigi Foschi a cura della Redazione

Ciao Luigi, sei uno dei pochi tecnici in Romagna specializzato in risparmio energetico e case in legno. Perché hai fatto questa scelta?

Tutto è partito nel 2008, quando in maniera del tutto autonoma ho iniziato a leggere e informarmi riguardo al risparmio energetico e alle case in legno. Ancora nella nostra zona erano argomenti poco trattati, l’edilizia tradizionale in cemento era l’unica (o quasi) presa in considerazione dai clienti e dagli studi tecnici. Da lì a poco parlando con i miei clienti, mi sono accorto che molti erano interessati e cercavano sempre più informazioni, così ho iniziato a frequentare corsi in giro per l’Italia per cercare di specializzarmi sempre più. Oggi progetto case in legno a risparmio energetico che prevedono solo materiali naturali, dotati di impiantistica all’avanguardia, ottenendo così un prodotto finale ad altissime prestazioni.

Le abitazioni, nella maggior parte del nostro territorio – oltre a essere spesso pericolose per quanto riguarda l’antisismica o il rischio idrogeologico – sono incredibilmente inquinanti per quanto riguarda la dispersione energetica.

Le strutture in legno in Italia sono molto diffuse al nord, ma parlando del nostro territorio… i romagnoli sono pronti a questo salto? Quali sono le domande più frequenti che ti vengono poste?

Quando si parla di case in legno, alcune persone sono portate a pensare a edifici poco solidi, destinati ad una vita breve perché scarsamente resistenti agli agenti atmosferici, ai terremoti, al fuoco e alle muffe. Ancora oggi sento persone che mi dicono: «Il mio tecnico mi ha detto che qui da noi non si possono fare» e questo è davvero triste. Anche per queste errate risposte le persone pensano che non sempre sia possibile realizzare una casa in legno e ottenere il permesso dall’amministrazione comunale. In realtà le verità è tutta un’altra!


7 caratteristiche FONDAMENTALI di una casa in legno

  • Durevolezza nel tempo. È importante procedere a una progettazione accurata e a una posa in opera realizzata ad hoc affinché un edificio in legno, al contrario di ciò che siamo portati a pensare, possa durare molto a lungo. In alcuni Paesi del nord Europa, per esempio, è possibile incontrare edifici in legno con oltre un secolo di vita.
  • Sicurezza della struttura. Il legno è un eccellente materiale da costruzione con un elevato rapporto resistenza-peso che consente la realizzazione di strutture leggere, con sistemi di connessione duttili e particolarmente resistenti alle scosse telluriche.
  • Resistenza al fuoco. Spesso si pensa, erroneamente, che le case in legno siano più vulnerabili in caso  di incendio. In realtà, il legno è un materiale che, in caso d’incendio, brucia molto lentamente e mantiene inalterate le proprie caratteristiche strutturali per molto tempo e ad alte temperature.
  • Libertà nella progettazione e velocità di costruzione. È possibile sbizzarrirsi realizzando progetti originali frutto d’idee In una costruzione in legno, inoltre, si riducono i tempi di costruzione, montaggio e consegna perché le pareti sono composte da pannelli isolati prefabbricati e la casa ècostruita a secco
  • Aria. Un altro aspetto importante è quello legato al miglioramento della qualità dell’aria. Il legno ha un ottimo comportamento termoigrometrico, ciò significa che regola la percentuale di umidità presente nell’ambiente assorbendola quando è in  eccesso  e rilasciandola quando l’aria diventa troppo Questo comportamento intrinseco evita la formazione di muffa e permette di mantenere all’interno dell’ambiente domestico un clima salubre con aria pulita.
  • Basso consumo energetico. L’involucro edilizio non presenta fessure, buchi o altri elementi che possono costituire causa di spifferi d’aria e perdite di calore, esso è chiuso ermeticamente. È consigliato, però, garantire il ricambio dell’aria e il dissipamento dell’anidride carbonica attraverso un impianto di ventilazione automatizzata con recuperatore di calore (VMC).
  • Ecologia. Il legno ha molte grandi proprietà, è un materiale ecologico e naturale ed è un ottimo isolante. Una costruzione in legno rappresenta il modo migliore per salvaguardare l’ambiente poiché il suo utilizzo ha un impatto ambientale minimo. Con questo materiale naturale si può creare un ambiente domestico ben isolato che permetta di risparmiare nelle spese di riscaldamento e raffrescamento, riducendo i costi e le emissioni di anidride carbonica.

Una casa in legno segue lo stesso iter burocratico di una casa tradizionale, pertanto è possibile realizzarla seguendo le regole dettate dal regolamento della propria zona.

Per quanto riguarda il discorso della durevolezza e della solidità, in Italia ci sono case in legno antichissime e basta pensare che, nelle zone terremotate, si ricostruisce utilizzando questa tecnica che è una delle proposte migliori in territorio sismico.

E per chi volesse “abitare ecologico” grazie alla ristrutturazione della propria casa? È possibile intervenire in tal senso?

In  Italia  le  case  costruite  prima  della  prima  legge sull’efficienza energetica sono circa il 78%. Questo significa che le abitazioni, nella maggior parte del nostro territorio – oltre a essere spesso pericolose per quanto riguarda l’antisismica o il rischio idrogeologico – sono incredibilmente inquinanti per quanto riguarda la dispersione energetica. Se pensiamo che gli immobili incidono per circa il 40% sul consumo di energia totale della popolazione, si comprende che l’adeguamento energetico di vecchi edifici ha una grande importanza quando si parla di ecologia!

Prima di intraprendere una riqualificazione energetica, è importante effettuare un’accurata diagnosi dell’edificio, perché questo permetterà di individuare i punti critici di maggior dispersione su cui intervenire. Questa valutazione preliminare è importantissima, non va assolutamente trascurata ed è fondamentale per un intervento di ristrutturazione che possa dare risultati ottimali. Va considerato che di solito i punti principali su cui intervenire sono l’involucro dell’edificio e l’impiantistica. Un intervento, anche solo di ristrutturazione, fatto bene, può cambiare enormemente la vivibilità di un edificio sia in termini ecologici che di sicurezza generale.


Luigi Foschi

Eco-geometra, progettista e arredatore d’interni, appassionato di bioedilizia e costruzioni a impatto zero, da circa 15 anni lavora nel settore dell’edilizia. Ama il legno in tutte le sue forme e ha realizzato diversi sistemi di risparmio energetico e bioedilizia nella propria casa. Oggi propone ai suoi attenti clienti soluzioni personalizzate su Case in Legno e progetti efficienti dal punto di vista energetico.
È un esperto certificato da CasaClima J (Bolzano).

Riceve nel suo studio a Cesena (FC).

Per informazioni e consulenze:

Cell. 339 57 33 261

Email: direzione@caseinlegnonaturale.com

Dettagli La Redazione

La redazione di Vivi Consapevole in Romagna.