Acqua coerente: acqua pura

Acqua coerente: acqua pura

L’acqua è vita e la vita è nata nell’acqua

Fino a due secoli fa l’acqua è stata considerata ovunque nel mondo un dono prezioso, le cui proprietà benefiche andavano oltre alla mera composizione chimica.

Poi la scienza materialista ha ridotto l’acqua a quello che descrive la sua formula chimica: due molecole di idrogeno e una di ossigeno, H2O.

Ma per fortuna ogni tanto esistono anche scienziati illuminati, spesso irrisi, che hanno il coraggio di uscire dai dogmi e di guardare in faccia la realtà, come hanno fatto i fisici italiani Giuliano Preparata ed Emilio Del Giudice.

Si sono accorti che l’omeopatia ottiene dei reali risultati e hanno cercato di trovare una spiegazione scientifica invece di negarne l’evidenza. I loro studi li hanno portati a ipotizzare che l’Omeopatia funzioni grazie alla coerenza, un fenomeno già conosciuto nella fisica delle particelle.

In parole povere la coerenza dell’acqua descrive uno stato in cui le molecole eseguono il loro movimento termico in modo coordinato. Si muovono tutte insieme invece che andare ognuna da una parte diversa. La coerenza crea un campo energetico di grande potenza che riesce ad attirare altre molecole in questo movimento coerente. Così facendo la coerenza si espande e la carica energetica dell’acqua aumenta. L’acqua coerente ha la capacità di estromettere le sostanze estranee che, una volta estromesse, si depositano sul fondo o vengono accompagnate a riva.

La Natura conosce principalmente due metodi per rendere l’acqua coerente

Il primo è legato alla sua risalita dalla profondità della terra attraverso le rocce, dove, a contatto con i vari minerali, si carica dei loro campi quantici e della loro energia. Lo possiamo constatare analizzando la qualità dell’acqua delle sorgenti di alta montagna.

Il secondo metodo consiste nel portare l’acqua a eseguire un movimento a vortice che la fa diventare coerente.
La coerenza è uno stato energetico alto e per questo molto stabile, almeno finché non intervengono fattori destabilizzanti che sono, prima di tutto, gli inquinamenti di ogni tipo, anche elettromagnetico, nonché l’esposizione al sole e il movimento innaturale che avviene nei fiumi che sono stati imbrigliati dall’uomo. Così la carica si perde lentamente.

Come sempre accade, fortunatamente la Natura ci viene in aiuto e possiamo copiare il suo esempio per aiutare l’acqua corrotta dall’intervento umano a riacquisire la sua energia originaria.

Nei fiumi per esempio si possono inserire dispositivi che inducono un movimento a vortice, come aveva proposto già 80 anni fa Viktor Schauberger. Viktor conosceva l’acqua come nessun altro e aveva già previsto tutti i disastri legati alla distruzione della carica dell’acqua che si stanno verificando oggi.

Come possiamo noi rendere l’acqua più coerente?

In merito al ciclo di risalita dell’acqua invece, possiamo imitarlo portando l’acqua a contatto con campi quantici che inducono la coerenza. Così come i minerali imprimono le loro qualità, allo stesso modo anche noi possiamo imprimere qualità benefiche all’acqua e contemporaneamente veicolare e trasmettere dei messaggi o, se preferite, informazioni.

Informazioni – questo è il bello! – che verranno a loro volta diffuse dall’acqua.

La memoria dell’acqua

Mettendo insieme antichi saperi e moderne ricerche oggi siamo in grado di capire e spiegare come funziona la memoria dell’acqua.

Per via del loro assetto spaziale e bipolare, le molecole dell’acqua non riescono a formare una struttura cristallina, perciò possono unirsi in un infinito numero di strutture diverse chiamate cluster. La forma dei cluster viene determinata dalle qualità del campo quantico e, in assenza di interferenze esterne, diventa una memoria materiale e stabile nel tempo.

Come insegnano le antiche culture, e oggi anche la teoria dei frattali, il microcosmo corrisponde al macrocosmo, perciò se questo è vero dobbiamo trovare la forma dei cluster anche nel macrocosmo e viceversa.

Il ricercatore Masaru Emoto che ha fotografato le molecole dell’acqua di camomilla, ha scoperto che assomigliavano sorprendentemente a un fiore di camomilla. Oppure basta osservare il ghiaccio che si forma in inverno sui vetri della nostra veranda: assume forme che sono tipiche della pianta che sta vicino al vetro.
Lo vediamo anche nelle carte da filtro, sulle quali ogni pianta lascia un disegno tipico della sua specie.

Campi quantici: la magia esiste

I campi quantici non solo possono influenzare il comportamento delle particelle della materia, ma sono anche in grado di materializzare e smaterializzare le particelle. I fisici, in poche parole, hanno scoperto che la magia esiste. Se un campo quantico può fare questo vuol dire che ha il controllo sulla materia; una scoperta che rivoluziona il modo di vedere il mondo.

È sorprendente come i campi quantici assomiglino al mondo ideale di Platone o ancora di più ai campi morfici del biologo Rupert Sheldrake. Partendo proprio dalla visione di Sheldrake, possiamo dire che si tratta di campi dotati di informazioni che possono esercitare un effetto a livello mentale, energetico e materiale.

Viviamo immersi in un’infinità di questi campi e siamo in costante interazione con loro. Ogni nostro pensiero e sentimento genera e diffonde un campo quantico con le relative qualità. Quando si uniscono due o più persone nello stesso pensiero o sentimento la forza del campo quantico generato è più forte della somma dei singoli.

L’acqua ha bisogno di noi!

Considerando che l’acqua risponde particolarmente bene ai campi quantici, possiamo renderla più coerente con il nostro pensiero o con una preghiera, a patto che l’energia del pensiero sia sufficientemente forte.

E quando lo facciamo in gruppo acquista una potenza molto alta, come abbiamo visto e dimostrato con le Camminate per l’acqua organizzate da Vivi Consapevole in Romagna, nel 2017 lungo il fiume Savio e nel 2018 lungo i fiumi Rubicone e Uso.

La distribuzione contemporanea delle Gocce di Luce può aumentare notevolmente l’efficacia e la durata della nostra benedizione dell’acqua.

La carica delle Gocce di Luce viene effettuata radionicamente tramite l’utilizzo di circuiti oscillanti, i quali permettono di amplificare l’energia della carica. Sono caricate oltre 30 frequenze, corrispondenti ad altrettante qualità che sostengono l’acqua, non solo nella depurazione, ma anche nell’emettere vibrazioni positive nell’ambiente. Inoltre la loro carica dura a lungo e perciò continua a mantenere la coerenze per lungo tempo.

Diventa anche tu un ecosovversivo

Vorrei rinnovare l’invito a partecipare alla diffusione di energia positiva, prima di tutto con i nostri pensieri e sentimenti. Ma è altrettanto importante agire anche nel mondo materiale, anzi la forza dei nostri pensieri diventa molto più intensa se li realizziamo nella vita quotidiana, quando anche noi diventiamo coerenti.

Queste di seguito sono le fotografie delle Molecole d’Acqua del Rubicone prima e dopo la vitalizzazione tramite le Gocce di Luce che abbiamo regalato al fiume durante la scorsa edizione della Camminata per l’Acqua.

Se vuoi fare un’esperienza speciale di Ecosovversione partecipa alla Giornata dell’Acqua a Ridracoli e alla Camminata per l’Acqua, anche solo per un pezzo di strada da fare insieme.

Leggi di più

La qualità energetica dell’acqua: 
come influisce sulla nostra salute

Scritto da Hubert Bosch

Fondatore della casa editrice HUMUS edizioni, con Lucilla Satanassi ha dato vita all’azienda agricola REMEDIA. Due realtà con uno scopo comune: diffondere uno stile di vita in armonia con la natura. Appassionato ricercatore di pratiche di autosufficienza e vita naturale, il suo impegno è indirizzato al cambiamento verso il bene di tutti. Esperto di omeopatia e del suo utilizzo in agricoltura, approfondisce le sue conoscenze nell’ambito delle energie sottili per l’armonizzazione di luoghi, persone, animali, piante, fiumi. Da queste ricerche nascono l’AGRICOLTURA BIOENERGETICA, praticata a Remedia, e la linea di supporti COSMOONDA.
Per contattarlo scrivi a hubert@remediaerbe.it

Dettagli La Redazione

La redazione di Vivi Consapevole in Romagna.