Caramelle di ricotta veg e fiori eduli su fantasia di vellutate

Caramelle di ricotta veg e fiori eduli su fantasia di vellutate

Oggi, grazie allo Chef Gianni Laghi del Ristorante Porta San Pietro di Forlì, entriamo nel mondo della cucina vegana.

Ecco la sua personale ricetta: caramelle di ricotta veg e fiori eduli su fantasia di vellutate.

Ingredienti (per 4 persone)

  • Per la pasta: 250 gr di mix di farine (farro, grano semi integrale, grano saraceno) e acqua qb.
  • Per il ripieno: 300 gr di ricotta veg, fiori eduli a piacere, gomasio, pepe, un pizzico di pane grattugiato
  • Per la fantasia di vellutate: 1 patata viola, 1 patata gialla, 1 pezzo di zucca gialla, 1 pizzico di piselli, 1\2 cipolla, 50 gr di frutta secca

Procedimento

Impastare il mix di farine con acqua, fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo. Lasciar riposare, coperto con la pellicola.
Nel frattempo, in piccoli pentolini, portare a ebollizione singolarmente gli ingredienti della vellutata con acqua e un pizzico di cipolla. Cuocerli per circa 20 minuti, aggiustare di sale e pepe e frullare, sempre singolarmente, fino a ottenere delle creme.
Impastare la ricotta con i fiori, aggiungendo pepe e pane grattugiato. Tirare la sfoglia e creare dei piccoli rettangoli, mettervi al centro un pizzico di ripieno e richiudere, come una caramella.
Creare nel piatto un letto di patata gialla, poi con un cucchiaio sporcarlo con gocce delle altre vellutate.
Adagiarvi sopra le caramelle bollite in acqua salata per 1 minuto e cospargere con gocce di olio EVO e la frutta secca tostata e tritata.

Ora non resta che augurarvi “Buon Appetito!

Porta San Pietro: il ristorante che pensa anche vegano!

Tutto è nato dalla collaborazione tra Annalisa Calandrini, naturopata e food blogger, e Ivan Tesei, proprietario del Ristorante Porta San Pietro di Forlì.

«Tutto è nato circa un anno fa – ci racconta Annalisa – da “amarsicucinandosano”, il mio blog. Una sera ridendo e scherzando con Ivan, a Porta San Pietro, gli raccontai di come occorre amare se stessi prima di poter amare qualcun altro e di quanto spesso ci scordiamo che è proprio da come ci alimentiamo ogni giorno che deriva o meno la nostra salute. È l’abitudine che fa la differenza! Da allora il ristorante ha iniziato a proporre ogni giorno, a pranzo o cena, un piatto completo vegano, a dimostrazione che crediamo nel sapersi prendere cura di sé, partendo da una corretta alimentazione. Inoltre Ivan, esperto di vini, ha deciso di inserire una linea di vino e bolle bio, senza dimenticarsi di proporre una birra di qualità, fatta artigianalmente, sempre con ingredienti biologici.

Ma non finisce qui. Al Ristorante Porta San Pietro sono nate le serate cena-conferenza dove ogni volta vengono affrontati temi diversi, tutti convergenti al mangiare sano. Abbiamo deciso di unire l’informazione al gusto e, dopo il momento di ascolto e confronto, viene servita la cena, accompagnando ogni piatto con una descrizione dettagliata delle sue proprietà. I commensali, in questo modo, oltre a sapere cosa stanno mangiando, sanno anche perché gli fa bene!».

Dettagli La Redazione

La redazione di Vivi Consapevole in Romagna.