Il coraggio di essere donna

Il coraggio di essere donna

Essere donna non è mai stato facile ma ora con il progetto “Essere Donna” può diventarlo

A cura della Redazione

Abbiamo già parlato, in un articolo scorso, dell’importanza di essere Donna e di quanto coraggio sia necessario per rendersene conto. Ripresentiamo il progetto “Essere Donna”, con dettagli e approfondimenti nuovi, perché oltre a parlare di un argomento tanto delicato quanto importante, crediamo sia giusto spendere qualche parola in più sul mondo femminile e su ciò che lo circonda.

Il progetto “Essere Donna”

A spiegarci i dettagli è l’ideatrice del progetto “Essere Donna”, Catia Massari, fondatrice e presidente de “Il Richiamo”, associazione di promozione sociale, non a scopo di lucro, di Savignano sul Rubicone.

Catia ci illustra il progetto “Essere Donna”, nato dal bisogno di esprimere la bellezza del mondo femminile, intesa come crescita evolutiva volta alla rieducazione e al riconoscimento delle caratteristiche naturali di ogni donna che, al giorno d’oggi, ancora troppo spesso vengono perdute o confuse. Lo scopo è consentire alla donna di costruire un buon rapporto con se stessa e con l’altro genere, tramite il coraggio di approfondire la conoscenza di sé, delle proprie origini e della propria parte più intima, sensuale e vitale.

La consapevolezza di “Essere Donna”

Solo attraverso la piena consapevolezza di come ci sente, si può comprendere quanto importante sia il ruolo delle donne, sia per loro stesse sia per il mondo intero. Il progetto “Essere Donna” segue un percorso non facile perché chiede alla donna di abbandonare modalità e stereotipi, chiede alla donna di mettersi in discussione, chiede alla donna il coraggio di essere. È quindi un percorso al femminile, strutturato in modo da poter rispondere a tutto ciò che una donna chiede per sé.

Donne coraggiose

Il progetto è rivolto a tutte le donne che vogliono finalmente andare oltre al corpo e riscoprire la loro autentica bellezza e il loro vero coraggio. È ora di sconfiggere quei cliché comuni come la “donna bambolina”, incapace di vivere senza un uomo vicino che la faccia sentire importante, la “donna uomo” che cerca di dimostrare continuamente di avere gli attributi, quando invece non si rende conto di avere ovaie altrettanto potenti o la “donna chioccia” che trova solo nei propri figli la realizzazione dei suoi sogni infranti.

Anche io voglio “Essere Donna”

I risultati a cui mira questo progetto sono gli stessi raggiunti da Catia: indipendenza, autorealizzazione, sicurezza, fiducia in se stesse e nei propri talenti, consapevolezza, equilibrio, armonia, conoscenza e maggiore consapevolezza. Attraverso il progetto “Essere Donna”, possiamo guarire tutte le nostre relazioni: quella con il padre e con la madre, con il cibo e il proprio corpo, con le donne e gli uomini con i quali entriamo in relazione. Il coraggio e l’ambizione del progetto “Essere Donna” sta nel voler prima rieducare le madri e poi le figlie, che a loro volta diventeranno madri di uomini e di donne.

Educa un uomo e ne farai un individuo… Educa una donna e educherai l’umanità.

Scopri le proposte tematiche del programma “Essere Donna”, proposto dall’Associazione “Il Richiamo” di Savignano sul Rubicone.

 

 

 

Dettagli La Redazione

La redazione di Vivi Consapevole in Romagna.