La stampa che protegge la Natura

La stampa che protegge la Natura

Quando l’amore per l’ambiente e l’ecologia, è alla base delle scelte dell’uomo

Intervista a Maurizio Marinelli, a cura della Redazione

La nostra redazione ha visitato la sede di Wafra, la tipografia di Cesena che offre servizi e competenze sull’intero ciclo di produzione degli stampati: dalla consulenza prestampa, la scelta delle carte e pigmenti adatti, fino alla realizzazione di sofisticate confezioni, fustelle e nobilitazioni. Perché abbiamo deciso di visitare il mondo Wafra? Ci ha incuriosito l’idea di avere sul territorio romagnolo un’azienda che produce nel pieno rispetto della natura, dall’inizio alla fine della filiera.

Come nasce Wafra?

Wafra ha una storia che nasce dal fondatore Franco Marinelli nel 1962 e portata avanti ad oggi a livello familiare. E questo si respira nell’aria: ambiente accogliente, familiare e allo stesso tempo esteso ed organizzato. Wafra opera a livello nazionale in realtà, con prevalenza nel territorio Emiliano Romagnolo. Negli oltre 50 anni di attività Wafra ha infatti acquisito un ampio know how e investito nel rinnovamento tecnologico per offrire un prodotto si qualità superiore pur mantenendo un ottimo livello di competitività.

Perché non è una tipografia qualunque?

La stampa su carta è stata spesso messa sotto i riflettori perché come tutti sappiamo, la carta si ottiene dagli alberi. Quello che non conosciamo è che dietro questa antica arte, ci sono strumentazioni moderne che permettono di lavorare nel pieno rispetto della natura. Esistono due tipologie di carta: riciclata, che risulta leggermente più grigia rispetto alla carta tradizionale e che spesso viene trattata con sbiancanti che non sono sempre naturali al 100%. e la carta FSC. Quest’ultima, ecosostenibile, proviene da foreste tutelate dall’uomo. In che modo? Se vengono tagliati due alberi, ne vengono ripiantati tre. Ecco perché la carta FSC è la carta più utilizzata da coloro che hanno a cuore la natura.

Quali materiali ecosostenibili vengono utilizzati?

I più utilizzati sono la carta, i cartoncini certificati FSC. Le vernici sono vernici ad acqua, ecosostenibili e inchiostri alimentari. Nella gestione dell’attività, gli scarti di produzione vengono smaltiti attraverso la raccolta differenziata e, quando è possibile, viene privilegiato l’impiego di carta riciclata.

Perché utilizzare materiali ecologici e carte FSC o riciclabili?

La scelta parte dalla volontà di fare ognuno la nostra piccola parte nel mondo. La differenza insomma. Così ci racconta Maurizio di Wafra, che ad oggi dirige l’azienda. Non è semplice utilizzare materiali ecosostenibili rispetto a quelli tradizionali. Le stampe sono più complesse e la lavorazione è maggiore. Eppure la nostra è una scelta etica, basata sull’idea che ognuno di noi possa contribuire a migliorare il territorio in cui viviamo. Dal 2007 abbiamo adottato materiali totalmente riciclati, nei processi di stampa. Mi riferisco all’utilizzo dell’alluminio, totalmente riciclabile rispetto alla pellicola utilizzata in passato. L’incisione avviene attraverso una lastra, che poi viene interamente riciclata.

 

 

 

Dettagli La Redazione

La redazione di Vivi Consapevole in Romagna.