L’ingrediente Segreto per amare

L’ingrediente Segreto per amare

Laboratori sensoriali di cucina per bambini e ragazzi a Ravenna

Intervista a Francesca Frillici a cura di Francesca Rifici

Un pizzico di passione per la cucina, un sano amore per la tradizione e la convinzione che i bambini siano il bene umano più grande da salvaguardare: così nasce “L’ingrediente Segreto”, il laboratorio sensoriale a Ravenna per bambini e ragazzi che ricorda le cucine di qualche decennio fa, in cui mettere le mani in pasta era un modo per giocare e imparare ma soprattutto condividere. Ho avuto il piacere di conoscere Francesca Frillici, la sua fondatrice, che con grande dolcezza e disponibilità si è raccontata a noi.

Ciao Francesca, è un piacere conoscerti perché l’amore per ciò che fai traspare dalla tua disponibilità e accoglienza. Da qualche anno hai dato vita al laboratorio sensoriale che coinvolge bambini e ragazzi: cosa ti ha spinto a farlo?

L’ingrediente Segreto” nasce dalla mia esperienza di bambina e dalla passione che mi ha trasmesso mia madre. Quando ero piccola, infatti, la cucina era il luogo dove tutta la mia famiglia si riuniva, trascorreva la maggior parte del tempo, chiacchierava, cucinava e imparava un sacco di cose. La mia idea fissa è stata negli anni quella di ricreare un giorno quell’ambiente per i bambini, che oggi non vivono più la cucina come luogo della casa accogliente, caldo e profumato, in cui trovare un momento di aggregazione, chiacchiere, rilassamento, condivisione e risate.

Quali sono le attività proposte?

Si organizzano laboratori sensoriali per bambini e ragazzi nei quali si dà la possibilità ai partecipanti di usare appieno i 5 sensi per conoscere le materie prime e i prodotti del territorio. Si impara a utilizzare e riconoscere le stagionalità e i tempi della natura. Si tratta di laboratori singoli, ognuno dei quali è indipendente e verticale su un argomento ma fa parte di un calendario complessivo, studiato per trattare in maniera completa e consapevole il tema dei prodotti e del loro utilizzo in cucina.

Parlaci del bellissimo progetto chiamato  “BENESSERCI”: di cosa si tratta?

È un progetto di consapevolezza alimentare che avevo nel cassetto da diverso tempo e che ha finalmente visto la luce grazie al Patrocinio del Comune di Ravenna e alla fiducia, alla collaborazione, all’amicizia e al supporto di Federica Lisi Bovolenta e della sua ONLUS “Noi non ci lasceremo mai”. BENESSERCI è dedicato ai ragazzi delle scuole elementari e medie ed è volto all’educazione alimentare coniugata allo sport. Il progetto verte sulla conoscenza delle materie prime, delle stagionalità, dei prodotti del territorio, del loro buon utilizzo a favore del benessere fisico e del loro riuso creativo per minimizzare gli sprechi. Il motto del progetto? “È la dose che fa il veleno”, dato che il messaggio principale è che bisogna mangiare tutto ma nelle giuste quantità, soprattutto in questa fascia d’età. Proprio in questo periodo delicato sorgono infatti molti problemi e disturbi alimentari, spesso causati dall’abuso di prodotti confezionati e diete fai-da-te che sono particolarmente nocive soprattutto nei ragazzi. Nella sua prima edizione il progetto, totalmente gratuito per le famiglie, ha visto coinvolte le classi di diverse scuole ravennati e in particolare di quelle delle frazioni limitrofe che per ragioni logistiche non hanno spesso la possibilità di poter frequentare laboratori e seguire corsi. Abbiamo conosciuto tantissimi bambini e il loro riscontro è stato per noi una esperienza bellissima e una soddisfazione enorme.

“L’ingrediente Segreto” organizza compleanni alternativi per i bambini: quali differenze ci sono rispetto a una festa di compleanno classica?

Nei nostri laboratori-compleanno i bambini e ragazzi dai 5-6 anni in su preparano con le proprie mani – e poi mangiano – tutto ciò che fa parte di una festa di compleanno, torta compresa. La festa dura approssimativamente tre ore, durante le quali il festeggiato o la festeggiata e tutti gli invitati scoprono un modo diverso di socializzare e di divertirsi, imparando allo stesso tempo attraverso attività molto utili per loro. A seconda del numero dei partecipanti, il compleanno viene organizzato nel nostro laboratorio oppure a domicilio.

Cosa ti ha spinto a fondare una scuola di cucina sensoriale per bambini?

La voglia di tramandare e far scoprire a tutti i bambini (compresi i miei figli) la passione per la cucina senza troppi inutili fronzoli e l’amore per prodotti e materie prime sane, genuine, stagionali e del territorio. In Romagna tra l’altro siamo molto fortunati perché abbiamo un territorio molto ricco in questo senso e una grande cultura e tradizione culinaria.

Francesca, ci racconti qualcosa della tua storia e di come sei arrivata fino a “L’ingrediente Segreto”?

Sono nata a Roma ma sono romagnola di adozione. Ho trascorso buona parte della mia vita professionale nel campo dell’accoglienza, del catering e dell’organizzazione di eventi privati e aziendali, alcuni anche piuttosto complessi nella loro realizzazione. Dopo essere diventata mamma, ho sentito l’esigenza di fare qualcosa per e con i bambini, unendo le competenze maturate col desiderio di trasmettere alle nuove generazioni l’amore e la passione per la cucina e le tradizioni che stanno purtroppo scomparendo.


Francesca Frillici

Moglie e mamma di due bambini di 7 e 11 anni, Francesca Frillici – romana di nascita e ravennate di adozione – dopo una vita trascorsa nel campo dell’accoglienza, del catering e dei ricevimenti privati e aziendali ha aperto il suo “cassetto dei sogni” e ha finalmente realizzato il progetto che le stava a cuore: “L’ingrediente Segreto”, un laboratorio sensoriale di cucina per bambini e ragazzi da 5 anni in avanti con l’obiettivo di insegnare a cucinare sano, divertendosi, utilizzando prodotti genuini.

Per maggiori informazioni: www.ingredientesegre.to

 

Dettagli La Redazione

La redazione di Vivi Consapevole in Romagna.