Olfatto e sapori: un connubio perfetto

Olfatto e sapori: un connubio perfetto

A Massa Lombarda l’arte del mangiar bene la insegna l’olfatto!

Autore: Barbara Pozzi

Da Olfattiva l’arte del mangiar bene si impara a partire dall’olfatto che, insieme al gusto, rappresenta i due sensi fondamentali dell’uomo, grazie ai quali si assicura da sempre la sopravvivenza.

Si parla di Neurogastronomia, termine coniato dal neuroscienziato americano Gordon Shepherd, quando ci si riferisce allo stretto rapporto che intercorre tra i due sensi, secondo cui i sapori non esistono ma li crea il cervello a partire dall’olfatto.
Ci basti pensare che quando non conosciamo un cibo, molto spesso, prima di assaggiarlo lo annusiamo. Ecco, questo è un meccanismo di difesa interiore, che permette di proteggerci da eventuali pericoli esterni a noi sconosciuti. Risultano quindi strettamente correlati.

Le papille gustative sulla lingua identificano il gusto, mentre i nervi nel naso riconoscono l’odore. Entrambe le sensazioni vengono comunicate al cervello, che integra le informazioni in modo che possano essere riconosciuti e apprezzati.

Olfatto e gusto: ricordi speciali nella nostra memoria

Gli stimoli gustativi, come quelli olfattivi, sono in grado di generare memorie associative che durano a lungo nel tempo, come nel caso di odori o sapori associati a immagini di eventi, persone e luoghi.

Da questa relazione naso-bocca nasce in Olfattiva un prodotto totalmente naturale che richiama subito alla mente l’inebriante profumo della crema pasticciera, una vera coccola che permette di assaporare anche solo con l’olfatto una fetta di torta della nonna appena sfornata. Vaniglia e Limone, con i loro oli essenziali, creano una nuvola dolce e appagante che mette a riposo il nostro stato d’animo, restituendo una sensazione di gioia e accoglienza dei dolci della tradizione.

La Vaniglia dona senso di pienezza e sicurezza e ci rende più calorosi e affettuosi verso il prossimo. Il Limone con la sua azione calmante libera la nostra mente dai pensieri, aumenta la concentrazione e facilita il riposo. Questo è l’esempio perfetto di come sia possibile nutrire il proprio corpo e la propria anima non solo attraverso il cibo e il gusto, ma anche concentrandosi sui profumi che la natura ci offre, in quanto ricchi di proprietà benefiche per il nostro organismo.

L’aromaterapia entra quindi anche in cucina, dove le note profumate incontrano i sapori, creando un connubio perfetto per creare nuovi piatti.

In questo modo il cibo e il mangiare non risultano più solo un modo per saziare lo stomaco, ma anche la mente, vivendo un’esperienza sensoriale con la nostra fantasia.

Oli essenziali: il nutrimento per la nostra anima

Gli stessi oli essenziali si possono considerare un vero e proprio nutrimento, in quanto essi rappresentano l’anima della pianta da cui vengono estratti, contengono i principi attivi e tutte le informazioni energetiche della pianta. Il loro utilizzo, al giorno d’oggi, si sta diffondendo a pari passo con il crescente desiderio da parte della popolazione di adottare uno stile di vita più salutare, preferendo sempre più tutto ciò che proviene dal mondo naturale. Per i loro principi attivi possono considerarsi veri nutraceutici: hanno la capacità di apportare benefici alla nostra salute.

Menta, melissa, timo, salvia, rosmarino sono solo alcune delle erbe aromatiche di cui possiamo utilizzare il loro olio essenziale o anche accompagnare le nostre pietanze.

Infatti nell’ottica del mangiar sano, è consigliato l’utilizzo in cucina di spezie come sostituti del sale da cucina, ottimi insaporitori che vi permetteranno anche di tenere sotto controllo la pressione sanguigna.

Prediligere le spezie come curcuma, pepe, peperoncino oltre a farvi gustare maggiormente i piatti, renderà il vostro cibo un ottimo alleato per la vostra salute, viste le loro innumerevoli proprietà.
Ma non parliamo solo di spezie, anche gli oli essenziali in quanto tali possono essere aggiunti alle pietanze: semplici verdure grigliate con l’aggiunta di una sola goccia di olio essenziale di Menta piperita creeranno un piatto nuovo, fresco, e digestivo.

Un ultimo suggerimento? Ricordiamoci sempre di controllare l’origine e la qualità dei prodotti che andremo a utilizzare.

Un saluto profumato.

Barbara Pozzi

Barbara cresce in una famiglia che le trasmette, fin da piccola, un profondo amore per la Natura. Appassionata di botanica, la madre le regala un estrattore: questo dono è il seme di un percorso che la porterà a conoscere a fondo gli oli essenziali, studiando da autodidatta, partecipando a corsi di naturopatia e aromaterapia e poi sperimentando sul campo. La sua visione è, fin dall’inizio, quella di riproporre un profumo completamente naturale, privo di qualsiasi additivo e che restituisca l’energia sottile della pianta da cui proviene, proprio come si faceva nelle antiche tradizioni di fitoterapia e profumeria, andate perdute nel tempo. È così che nel 2006, assieme a Massimo Moretti, Barbara fonda l’Opificio Olfattiva. Aromaterapeuta del progetto, Barbara si dedica alla creazione di prodotti di Profumeria Botanica per il benessere dell’uomo e dell’ambiente che lo circonda.

Leggi di più

Dettagli La Redazione

La redazione di Vivi Consapevole in Romagna.