Spiagge del Benessere: il sogno di Roberto è ancora qui

Spiagge del Benessere: il sogno di Roberto è ancora qui

Quando l’impegno e la tenacia possono trasformare i sogni in realtà

Donatella Bocci Gamberini

Roberto Gamberini non è più tra noi. Le sue idee, i suoi progetti, la sua storia rimangono. La consapevolezza, la voglia, il desiderio del cuore di chi non ha paura di aprirsi alle novità, di osare, di crescere, di evolvere, di godersi la vita al meglio. Tutto questo era Roberto.

Le Spiagge del Benessere – fra tanti – sono una sua idea diventata realtà. Tutto inizia nel 2004, quando Roberto nota che alle spiagge del riminese, piene di palestre, di animazione, e di piscine idromassaggio, mancava la parte che si occupava del benessere della persona, inteso come BEN – essere, far star bene la persona che veniva in vacanza. L’idea che il benessere dovesse essere a disposizione di tutti e non di pochi, che la felicità fosse un’esperienza da decidere e coltivare attraverso la consapevolezza del corpo, della mente e dell’equilibrio delle emozioni, fu il motore che spinse Roberto a andare a incontrare i bagnini. Iniziarono così i primi contatti per sondare la loro opinione. La sua idea convinceva. La spiaggia riminese cominciò a offrire anche il “servizio olistico”con lezioni di yoga, meditazioni in barca tenute all’alba, massaggi, yoga, ginnastica posturale, pilates, shiatsu e tutto quanto rientra nell’olistico. Dopo i primi anni di gavetta, le Spiagge del Benessere vengono richieste dai vari consorzi di bagnini da Bellaria a Riccione. L’idea risultò quindi vincente! Anche il Comune di Rimini si accorse che l’idea funzionava, concesse dei piccoli contributi al progetto per organizzarlo al meglio. Nonostante la crisi si sia fatta sentire anche nel progetto Spiagge, con la riduzione di fondi da parte delle amministrazioni pubbliche, degli sponsor e dei bagnini; Roberto è andato avanti lo stesso, credendo sempre di più nel suo progetto, appoggiato da me che l’ho sempre aiutato e sostenuto in tutti i suoi progetti. Anno dopo anno l’organizzazione migliorava e si offrivano sempre più servizi olistici, quali le conferenze serali sulla cultura del benessere associati a workshop e laboratori esperienziali; le serate tematiche come “Magica Notte Indiana” o “La Notte delle Stelle” che incontravano il gradimento del popolo vacanziero e non solo. Da questa idea nascono i progetti come il Festival del Benessere, MI-SANO, Eventi Salute!

A Roberto piaceva l’idea che la riviera fosse un luogo turistico dove rigenerarsi con una vacanza, ma voleva che diventasse anche meta preferita di quanti pensano a una vacanza quale nutrimento del corpo e dell’anima; un viaggio interiore delle persone viste non come turisti, ma come esseri umani

«Tre mesi l’anno per prendersi cura di noi stessi», ribadiva spesso Roberto. Mi impegnerò a proseguire il sogno di Roberto, un sogno che vorrei tanto continuasse a essere anche una grande realtà.


Donatella Bocci Gamberini

Moglie di Roberto Gamberini, Donatella è semprestata  al suo fanco e l’ha appoggiato in tutti i suoi progetti, tra cui Spiagge del Benessere. Per maggiori informazioni: www.lespiaggedelbenessere.it

Dettagli La Redazione

La redazione di Vivi Consapevole in Romagna.