Tosse: curala con la natura

Tosse: curala con la natura

La tosse arriva a farci compagnia ogni inverno.

Fa rumore e quindi cerchiamo in ogni modo di liberarcene. Ci dimentichiamo che è un potentissimo meccanismo di difesa del nostro organismo. Infatti serve a liberare i nostri bronchi dalle sostanze dannose che sono entrate insieme all’aria.

Pensate che un colpo di tosse fa viaggiare l’aria espulsa a 80 km/h! Quindi la tosse va curata ma…. Con rispetto.

L’utilizzo di cure naturali serve ad accompagnare questo processo senza bloccarlo.

Possiamo avere due tipologie di tosse: tosse grassa, cioè catarrosa, e tosse secca e stizzosa.

La tosse grassa si caratterizza per l’abbondante presenza di muco nei nostri bronchi. Anche questo è sempre un meraviglioso meccanismo di difesa dell’organismo.

Virus o batteri penetrano nelle vie respiratorie. Per eliminarli produco più muco allo scopo di intrappolarli ed espellerli all’esterno. Quindi posso cercare di modularne la produzione ma non devo fermarla.

Contro la tosse, usa rimedi naturali

Il mio consiglio, come farmacista e naturopata, è quello di usare rimedi naturali per gestire questo sintomo.

Possiamo utilizzare farmaci fitoterapici, cioè derivati da piante, come la Grindelia robusta e la Piantaggine lanceolata.

Entrambe queste piante sono degli espettoranti. Diminuiscono la viscosità del muco e quindi è più facile farlo scorrere verso l’esterno. Hanno anche capacità antinfiammatorie quindi diminuiscono l’irritazione dei bronchi e il bruciore che spesso sentiamo nel petto quando abbiamo la tosse. A completare la loro azione c’è anche un certo effetto antibatterico che ci aiuta a disinfettare le nostre secrezioni.

La saggezza della Natura

Le piante hanno un ampio spettro di azione. La natura è saggia è ci fornisce sempre degli aiutifull optionals”. Non esiste un prodotto sintetizzato in laboratorio che possa avere tanti utilizzi.

L’attenzione verso il mondo naturale diventa sempre maggiore. E il numero di persone che ricerca prodotti “green” aumenta.

Se guardiamo le pubblicità televisive vedremo che anche i grandi nomi della tosse adesso propongono prodotti naturali. 

Cura la tosse con l’omeopatia

Grande strumento per la cura della tosse è l’omeopatia.

Se la tosse è secca di notte e, al mattino quando ci alziamo diventa grassa, possiamo usare Pulsatilla.

In questo caso l’omeopatia ci mostra ancora una volta la sua grandezza: Pulsatilla è utile anche per risolvere l’incontinenza che spesso si accompagna alla tosse.

Tra i rimedi omeopatici troviamo anche uno “stura tubi”. Si chiama Antimonium tartaricum e serve quando pur tossendo molto si ha la sensazione di non riuscire a ripulire bene i bronchi. Antimonium tartaricum ha questo effetto di staccare i residui di muco che restano nei bronchi facendo in modo che il colpo di tosse sia efficace.

Mentre se vogliamo sciogliere l’eccesso di muco possiamo usare il Kalium bichromicum. anche qui l’omeopatia ci mostra la sua potenza. Kalium non è un semplice mucolitico, ma modula la secrezione e l’eliminazione del muco. Quindi non ci saranno le controindicazioni dei farmaci di sintesi che in alcuni casi rischiano di peggiorare la situazione.

E per la tosse secca?

La tosse però si può manifestare anche secca. In questo caso avremo molti colpi di tosse continui che arrivano a far irritare anche la gola. Quindi a volte si scatena un attacco di tosse non per liberare i bronchi da sostanze nocive, ma perché le mucose sono infiammate.

La pianta che più ci aiuta in questa situazione è la Drosera. Questo fitoterapico ha la capacità di calmare la tosse, rilassa la muscolatura dei bronchi quindi migliora l’asma, e disinfetta tutto l’apparato respiratorio.

Tosse? Bevi che ti passa!

Tradizionalmente quando hai la tosse ti consigliano di bere qualcosa di caldo. Bene, se è vero che il calore conta allora rendiamolo più efficace. Beviamo una tisana di Malva. I fiori di questa pianta sono ricchi di mucillaggini che vengono rilasciate nell’acqua quando prepariamo l’infuso. Se poi dolcifichiamo con miele biologico l’effetto è garantito.

L’omeopatia ci viene in aiuto anche per la tosse secca. Quando il continuo tossire ci porta quasi a vomitare possiamo prendere Ipeca. Può capitare che la nostra tosse si scateni quando parliamo o quando corriamo in questo caso il rimedio efficace è Bryonia. A volte non riusciamo a inspirare aria fresca perché quando lo facciamo si scatena la tosse. Quindi quando siamo costretti a coprire la bocca con la sciarpa possiamo provare a prendere Rumex crispus. Sia questo rimedio che Bryonia sono utili per fermare quella antipatica compagna della tosse che è la perdita di pipi che ogni tanto si presenta.

Concludendo in caso di tosse, se abbiamo escluso cause gravi, possiamo rivolgerci serenamente alle terapie naturali: hanno la capacità di trattare molti aspetti della tosse.

La natura ci circonda da sempre e da sempre ci offre la possibilità di stare bene. Dobbiamo semplicemente fidarci.


Scritto dalla Dott. Manuela Succi della Farmacia Ospedale di Faenza.

 

 

 

Dettagli La Redazione

La redazione di Vivi Consapevole in Romagna.