Un vaccino al giorno toglie la salute di torno?

Un vaccino al giorno toglie la salute di torno?

Scritto da Giorgio Gustavo Rosso

Com’è noto in Italia è stato confermato un decreto legge che impone ben 12 vaccini obbligatori per l’ammissione a nidi e scuole obbligatorie: l’ormai famoso e osteggiato “Decreto Lorenzin”.

Tale decreto oggi viene rifiutato da milioni di famiglie che non si fidano di politiche vaccinali coercitive e anticostituzionali.

Negli Stati Uniti sono già previste 48 dosi per 14 malattie nei primi 6 anni e 69 dosi entro i 18 anni


Circa il 95% dei bambini americani riceve durante l’infanzia tutti i vaccini raccomandati, visto che è requisito necessario per la frequenza scolastica (dove per frequenza scolastica si intende a partire dagli asili nido). Secondo il programma di vaccinazione pediatrico nazionale (USA) raccomandato, i bambini ricevono 48 dosi di vaccini per 14 malattie diverse, dalla nascita fino ai 6 anni.

Inizialmente il programma dei vaccini per bambini prevedeva nove malattie: difterite, tetano, pertosse, poliomielite, Haemophilus influenzae tipo b, epatite B, morbillo, parotite e rosolia. Tra il 1995 e il 2013 sono stati aggiunti altri cinque vaccini: varicella, epatite A, pneumococco, influenza e vaccino contro il rotavirus.

Il Decreto Lorenzin produrrà lo stesso risultato anche in Italia.

In Italia il nuovo decreto fra vaccini e richiami prevede 33 dosi, per 12 malattie entro un anno di età del bambino. Si comincia con 6 o 7 vaccini in un colpo solo a due mesi.

Sebbene siano eseguiti test immunologici e di sicurezza a breve termine sui vaccini, prima della loro approvazione da parte dell’American Food and Drug Administration, gli effetti a lungo termine dei singoli vaccini e del programma di vaccinazione completo rimangono sconosciuti. La stessa cosa accade in Italia.

I vaccini possono avere rischi di gravi effetti collaterali acuti e cronici, quali complicazioni neurologiche e persino la morte, ma tali rischi sono considerati così rari che il programma di vaccinazione è ritenuto sicuro ed efficace per quasi tutti i bambini. Basta leggere uno dei bugiardini a disposizione del pubblico (si trovano sui siti delle ASL locali) per rendersi conto della moltitudine di effetti collaterali che ogni vaccino contempla. È praticamente impossibile invece trovare un elenco degli effetti collaterali di dosi multiple di vaccini oppure gli effetti a lungo termine: infatti mancano studi scientifici a riguardo. La conoscenza delle reazioni avverse dopo le vacci- nazioni è basata in gran parte su rapporti volontari al sistema di segnalazione (VAERS) inviati dai medici o dai genitori.

Tuttavia, il tasso di segnalazione di gravi lesioni provocate dai vaccini si stima che sia meno dell’1% di quelle effettive.

 

Dettagli La Redazione

La redazione di Vivi Consapevole in Romagna.