Utilizzare geometrie e frequenze per il benessere

Utilizzare geometrie e frequenze per il benessere

Gli effetti delle frequenze e delle forme sul corpo e sulla mente

Diego Rottoli

Le geometrie e le frequenze hanno appassionato lo studio dell’uomo da sempre e sono state utilizzate per rappresentare le leggi che regolano il cosmo nelle loro diverse rappresentazioni quali l’architettura e la musica. Con la fisica quantistica oggi siamo riusciti a spiegare razionalmente ciò che molti artisti del passato evidentemente sapevano, confermando il pregio dei lavori svolti. La frontiera odierna è invece legata all’influenza che geometrie e frequenze hanno sugli organismi, essendo ormai chiaro che gli organismi biologici, dalle piante al nostro corpo, utilizzano per il loro corretto funzionamento campi di coerenza, campi elettromagnetici deboli e anche la luce!*. La geometria ai suoi esordi, studiava le Leggi dell’Universo attraverso la Scienza delle Forme e delle Divine Proporzioni, al fine di identificarne i principi fondamentali e i rapporti che governano e interconnettono Macrocosmo e Microcosmo. Nella geometria dei battisteri, come nella geometria di alcune chiese e del mitico e misterioso Castel del Monte, viene utilizzato l’ottagono come forma principale. L’ottagono veniva considerato il poligono di passaggio tra il cerchio (spirito) e il quadrato (materia) e per questo veniva utilizzato per accogliere le nuove anime incarnate.

Un ottagono blu dove rilassarsi ed essere liberi

La Blu Room® è una struttura ottagonale: entrarvi è come entrare in una forma geometrica arcaicamente conosciuta. Un senso di sacro e di rispetto è la comune sensazione di chi vi entra. Se si guarda all’ottagono dalla prospettiva dei Sumeri, otteniamo la chiave del nove, della perfezione. Ogni quadrato porta al nove e tutte le dimensioni angolari compongono il nove.

Suoni e spazi in collegamento

Tutti gli studi e gli esperimenti moderni condotti con l’utilizzo di frequenze d’onda, confermano le conoscenze che risalgono ad antiche civiltà secondo le quali ogni suono, quindi ogni onda vibratoria, è in collegamento con una forma nello spazio, da essa generata e tenuta in vita e in movimento. Gli stessi studi hanno mostrato che forme geometriche, da noi conosciute come simboli, croci, stelle ecc., sono prodotte da vari tipi di vibrazione.

Se ogni suono, onda, movimento, pensiero, sentimento crea forme, anche noi di conseguenza stiamo continuamente creando forme, perché abbiamo la stessa natura vibratoria

Spostandoci in ambito musicale, le frequenze Solfeggio erano conosciute da diverse culture antiche e sono state utilizzate appositamente per il sollievo e la cura delle malattie fisiche e mentali. Anche la Chiesa cattolica degli inizi era a conoscenza delle frequenze Solfeggio e dei loro effetti e le mise nella composizione di molti inni, come ad esempio i canti gregoriani dei monaci. Queste frequenze sacre e la loro energia di guarigione sono state riscoperte dal Dottor Leonard Horowitz. Un criterio importante per l’applicazione di queste sei note è che tutti i loro valori ottava sottostanti risultano alla riduzione Teosofica (un’operazione di calcolo matematico, che è nota dalla Cabala). Questo significa che i numeri delle frequenze equivalgono sempre a 3, 6 o 9.

Nikola Tesla (1856 1943) ha sottolineato più volte nelle sue opere l’importanza dei tre numeri 3 6 9 come indicatori di base del divino e del potere creativo. Tutte le frequenze Solfeggio si riassumono in 3 6 9.

  • 174 Hz Associazione, somma delle cifre 3
  • 285 Hz Conoscenza universale, somma delle cifre 6
  • 396 Hz Sollievo dal senso di colpa e paura, somma delle cifre 9
  • 417 Hz Risonanza e cambiamento, somma delle cifre 3
  • 528 Hz Trasformazione e riparazione del DNA, somma delle cifre 6
  • 639 Hz Connessioni armoniche, somma delle cifre 9
  • 741 Hz L’intuizione del Risveglio, somma delle cifre 3
  • 852 Hz Ritorno all‘ordine divino, somma delle cifre 6
  • 963 Hz Dio Uomo, Dio Donna, somma delle cifre 9

La geometria è musica solidificata

Pitagora

Immergersi nel benessere

La Blu Room® è una stanza che integra la geometria dell’ottagono con specifiche luci Blu ultraviolette e all’interno della quale vengono proposte musiche (a scelta dell’utente) che sono predisposte specificamente con le diverse frequenze appena esposte e che consentono all’individuo di immergersi in un’atmosfera che non è compatibile con il malessere. In questa atmosfera l’acqua, che pure viene bevuta dagli utilizzatori, trattiene la memoria delle informazioni cui è esposta. E allo stesso modo il nostro organismo diventa coerente con essa.

Gli esempi visibili degli effetti del suono

Con lo studio della Cimatica si ha la prova che la vibrazione e il suono influenzano la materia. Essa dimostra in modo sensazionale il rapporto tra forma e frequenza, rapporto che è alla base di tutto ciò che esiste. Il suono genera le forme e le recenti esperienze sul movimento ondulatorio confermano un nesso tra onde, sostanza e forma, riguardante anche tutti gli organismi.


Diego Rottoli

Titolare con la moglie Denise Baggi (naturopata), del Centro Olistico Bluwave a Bagno di Romagna che ospita la
prima Blu Room® in Italia. Dal 2016 si occupa, su richiesta della casa madre Blu Room Enterprises LLC, della progettazione e realizzazione di Blu Room® per utenti di ogni parte del mondo. Per maggiori informazioni:
www.bluwave2060.it

Dettagli La Redazione

La redazione di Vivi Consapevole in Romagna.