Vernici: meglio sceglierle NATURALI

Vernici: meglio	sceglierle NATURALI

Il controllo dell’inquinamento all’interno delle nostre case è fondamentale per tutelare la salute

Intervista a Marco Ricci, a cura della Redazione

Ciao Marco abbiamo pensato di intervistarti perché sei uno dei primi che, su territorio romagnolo, già molti anni fa proponeva sul mercato vernici ecologiche e materiali sani per l’edilizia. Vuoi dirci quando hai iniziato e perché?

Agli inizi degli anni Novanta, avendo già utilizzato con efficacia diverse pratiche mediche “alternative” quali agopuntura, pranoterapia, omeopatia ecc., visto che mi accingevo a costruire la mia prima casa mi sono chiesto se poteva esistere un’alternativa al cemento, plastica (in senso lato) e materiali inquinanti derivati dalla chimica del petrolio.

Le resistenze delle Istituzioni sono state molteplici (dal bocciare un progetto di casa in legno perché “…in zona sismica”, al non approvare il primo impianto di fitodepurazione per le acque nere e grigie, al semplice tetto in legno…) ma, comunque sono riuscito a ottenere un buon compromesso che ha consentito una costruzione isolata con sughero, con impianto termico in rame, intonaci di calce e finiture naturali. Questa esperienza mi ha avvicinato a un mondo, allora quasi “esoterico”, che guardava alla casa come “terza pelle” e, quindi, priva di sostanze derivate dalla sintesi petrolchimica.

Quanto sono inquinate secondo te le nostre case e da dove arrivano le peggiori esalazioni, dalle vernici o anche da altre fonti?

Al netto di tutte le considerazioni possibili, la Sindrome da Edificio Malato [Sick Building Sindrome negli U.S.A. conosciuta già dalla fine degli Anni Cinquanta; N.d.R.] è, purtroppo, molto presente e in costante aumento. Le cause sono molteplici e vanno dai collanti, agli intonaci, alle malte, ai cartongessi, alle pavimentazioni, agli isolanti, alle finiture: oggi poi che si confonde “l’efficienza energetica” con Bioedilizia la situazione è, se possibile, ancora più esasperata e preoccupante.

Che soluzioni alternative ci sono?

Soluzioni naturali ce ne sono ma l’obiettivo più importante è la coscienza e la consapevolezza delle persone che, a fronte di illusori risparmi, si trovano poi a dover risolvere innumerevoli problemi strutturali ma, soprattutto, di salute [vedi ad esempio intolleranze ed allergie in aumento vertiginoso negli ultimi 30-40 anni; N.d.R.].

Perché ancora sono così poco diffuse sul mercato o comunque poco richieste dai clienti?

Il motivo è che la cultura della casa (come bene rifugio ma anche luogo di benessere), molto forte fino a una quarantina di anni fa, è andata sempre più calando per cui oggi si guarda al risparmio immediato e a soluzioni di moda, non alla sostanza dell’abitazione.

Cosa differenzia in particolare una vernice naturale da una chimica?

La ditta AURO che distribuiamo da oltre 10 anni, e che conosco da oltre 25 anni, è, purtroppo, l’unica conforme alla normativa DIN per lo smaltimento del rifiuto secco, conferibile direttamente nell’organico: il resto dei prodotti sul mercato, tutti più o meno con contaminazioni petrolchimiche, non ha questa conformità, anche se le normative sui VOC, sullo smaltimento, sono fatte in modo da aggirare questa problematica.

È UN RIFIUTO SPECIALE

Ogni anno in Italia si smaltiscono circa un milione di tonnellate di vernici e prodotti correlati. In media il consumo procapite in 50 anni di vita di una casa è di 1000 litri di vernice. L’impatto ambientale di questo consumo è INCREDIBILE: per ogni chilogrammo di vernice si producono, infatti, 100 kg di rifiuti speciali. Ma il problema non si esaurisce qui: infatti la maggior parte di questi rifiuti speciali non viene smaltita correttamente e finisce nei terreni e nelle fognature, contribuendo all’inquinamento delle nostre falde acquifere.


Marco Ricci

Nato a Roma nel 1960, giocatore di pallacanestro per oltre 25 anni, con diverse presenze anche nella Nazionale maggiore, tecnico nel settore della bioedilizia da oltre 20 anni, si occupa di consulenza e vendita di materiali e tecnologie naturali.

Per contattarlo: info@eco-habitat.it www.eco-habitat.it

Dettagli La Redazione

La redazione di Vivi Consapevole in Romagna.